Passopisciaro.it

Clicca sulla contrada per approfondimenti

 

"L'Etna sale attraverso strati di aria sempre più fredda fino a più delle Dolomiti; ogni notte quest'aria scivola lungo la polvere nera fino ai vigneti e li sottopone a uno sbalzo che prima li paralizza, poi gli fa distillare zuccheri e profumi alterati, distorti, deviati cioè da quello che verrebbe dal normale metabolismo di una pianta siciliana. E' un vantaggio fare il vino in questo posto che tradisce la comune meteorologia e vive racchiuso nella stranezza climatica, è un posto vergine e deserto dove regnano immagini potenti che vengono fuori da forze senza nome. Queste immagini si fanno corteggiare per anni senza lasciarsi capire del tutto, ma possono trasmettere uno stile attraverso le vinificazioni e la viticoltura, nei vini".

 

LE CRONACHE DELLA FULMINEA VENDEMMIA 2014

23 Ottobre
L'Etna quest'anno ha vissuto un'estate nella massima siccità; un lungo caldo è salito a più riprese a consumare l'aria e regnare fino in alto sul lato Nord, cercando le piante più antiche e possenti di nerello mascalese: tutti colgono a metà Ottobre, che è come mangiare un'arancia verde, pur di salvare il raccolto. Ieri notte attacca una gran bufera e viene dagli dei severi di sorpresa il gelo; stamattina c'è il cielo arancione con la neve che gira nell'aria.
Scendiamo nelle diverse Contrade per assaggiare; i vigneti nostri si riconoscono perchè hanno ancora l'uva. Molta già manda aromi stravaganti: è questo freddo, il fatto di essere sulla soglia della luna nuova, e tanta frutta sta bene avanti nella maturazione, più di altri anni: l'estate ha eseguito la sua cottura a fondo.
Quindi tutto cambia adesso ogni mattina; si raccoglierà all'improvviso in qualsiasi momento, ad ogni altezza, in ogni tipo di lava. A Porcaria l'uva si consuma nello stile del rotondo e nero, a Guardiola sembrano esserci sapori di una bellezza travagliata: quindi, a Porcaria si deve raccogliere domani. Chiamiamo una squadra, grossa.
25 Ottobre

Metà delle uve sono in cantina, dopo enorme raccolta; l'uva entra gelata. Stamattina assaggio prima dell'alba, in tre Contrade. Quando mi alzo dalla vigna c'è sole. I ragazzi venuti dai paesi, che nel buio non si vedevano nemmeno, grandi e rumorosi salgono sui pickup tra le battute in siciliano. Vanno a vendemmiare tutto il giorno nerelli alle contrade Chiappemacine, Sciaranuova, Guardiola, e Malpasso.
Domani si coglie anche il petit verdot e il cesanese d'Affile, con cui facciamo il vino Franchetti; stanotte va via il filo di vaniglia rimato nel sapore, e alè!
28 Ottobre

Siamo già a fine vendemmia 2014. L'uva venuta giù dalle terrazze più alte di Guardiola stamattina era gelida, ma stava nelle vasche come chicchi di caffè - nera, con profumi che erano nuove invenzioni di tipo bluastro con strana meravigliosa spezia.
Penso che sia pronto anche il nerello delle vecchie piante che crescono ancora più in alto e non maturano mai; andiamo a raccoglierle; poi scaliamo anche le remote terrazze della contrada Rampante, dove si coglie sempre a Novembre e bisogna calare le casse sui pickup dai muri.
C'è sole attraverso la pioggia sottile sulla porta della cantina, e la neve è dappertutto nei boschi sopra di noi. La luna sta spingendo forte verso il primo quarto e tirerà a maturazione per noi anche le uve che abbiamo lasciato negli angoli più freddi. Quest'ultima vasca ce l'avremo per il 1 Novembre. Ogni vasca, ogni botte in cantina adesso sta fermentando.

 

Guarda il video della vendemmia in C.da Guardiola

Andrea Franchetti